Non è stato possibile recuperare i tuoi dati
Clicca qui per riprovare
50%
Ti rimangono 500 MB di 1 GB
Booking NoiCompriamoAuto Unieuro Amazon Ebay 10eLotto OpenGift Petfood
Maestro Castelsardo era anche scultore
La scoperta della diocesi di Tempio-Ampurias
24/08/2019
(ANSA) - CASTELSARDO (SASSARI), 24 AGO - Il Maestro di Castelsardo, considerato una delle più autorevoli espressioni del Rinascimento sardo, era anche uno scultore. La clamorosa novità è stata svelata nella cattedrale del borgo medievale in occasione della presentazione di "Il retablo perduto", inedita opera letteraria curata da don Francesco Tamponi, direttore dell'ufficio Beni culturali e Commissione per l'Arte sacra della Diocesi di Tempio-Ampurias, per i tipi di Susil Edizioni di Carbonia. Indagando, si è così scoperto che la bottega artistica del Maestro produceva anche statue in legno, come quella di Sant'Antonio Abate - cui peraltro è intitolata la cattedrale castellanese - che dal Settecento si trovava in sacrestia, separata dal resto di quel retablo di cui ormai non resta che un quinto. La statua era in realtà al centro della composizione che per più di un secolo, tra la fine del Quattrocento e la fine del Cinquecento, stava al centro dell'altare, finché non venne smontato in epoca post conciliare