Non è stato possibile recuperare i tuoi dati
Clicca qui per riprovare
50%
Ti rimangono 500 MB di 1 GB
Booking NoiCompriamoAuto Unieuro Amazon Ebay 10eLotto OpenGift Facebook
Come combattere l'ipertensione a tavola
L'ipertensione si combatte anche a tavola. Scopri le regole da seguire per un'alimentazione in grado di proteggere la salute cardiovascolare.
11/10/2017

L'ipertensione minaccia la salute di cuore e arterie, aumentando il rischio di eventi gravi come infarti o ictus. D'altra parte, anche le cattive abitudini alimentari possono essere un importante fattore di rischio cardiovascolare.

I due fenomeni, infatti, non sono completamente indipendenti.

Seguendo un regime alimentare sano è possibile migliorare la pressione del sangue

Ma quali sono i cibi che aiutano a prevenire e a combattere l'ipertensione? Cacao, mirtillo, aglio, peperoncino, pomodoro e barbabietola rossa sono fonti di molecole che aiutano ad abbassare la pressione.

Liquirizia, caffè, salse pronte, salumi e carni lavorate e cibi in scatola, pronti o conservati sotto sale possono invece alzarla.

In realtà, però, non esistono ingredienti migliori per un'alimentazione anti-ipertensione, ma scelte migliori in base alle condizioni individuali.

A spiegarlo sono stati gli esperti che si sono incontrati a Roma ad un evento sul tema organizzato in occasione della XII Giornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa dal gruppo farmaceutico Daiichi Sankyo.

Dall'incontro è emerso che anche se alcune sostanze – come la tiramina presente nei formaggi – possono creare dei problemi a livello di pressione del sangue, per combattere l'ipertensione a tavola è più importante agire sulle abitudini alimentari piuttosto che stilare elenchi di cibi ammessi e di cibi proibiti.

La prima buona abitudine da mettere in pratica è ridurre il consumo di sale. In caso di ipertensione ciò abbassa la pressione massima di circa 5 mmHg e la minima di circa 3 mmHg.

La raccomandazione degli esperti è di non superare i 2 grammi di sodio al giorno, corrispondenti a circa 5 grammi di sale da cucina, riducendone l'uso sia a tavola che in cucina. Per farlo è possibile:

  • sostituire il suo uso con quello di erbe aromatiche, succo di limone o aceto;
  • preferire le linee di prodotti a basso contenuto di sale;
  • consumare solo raramente cibi trasformati ricchi di sale, come gli snack salati;
  • ridurre l'uso di condimenti contenenti sodio, come la salsa di soia, la senape o il ketchup.

Gli altri consigli degli esperti per combattere l'ipertensione a tavola sono:

  • aumentare il consumo di frutta e verdura per fare il pieno di sostanze che aiutando a combattere i radicali liberi proteggono la salute dei vasi sanguigni e a ridurre la pressione;
  • ridurre il consumo di grassi, soprattutto quelli di tipo saturo presenti negli alimenti di origine animale, che possono far aumentare il colesterolo nel sangue, e quindi il rischio cardiovascolare;
  • tenere sotto controllo il peso: ogni kg in meno corrisponde a una pressione più bassa di 1 mmHg.

Abbinando queste sane abitudini a un'attività fisica regolare, alla moderazione nel consumo di alcolici, all'eliminazione del tabacco e a un adeguato controllo dello stress è possibile sia prevenire che combattere l'ipertensione, riducendo così i rischi cui sono sottoposti cuore e arterie.

Foto © rdnzl – Fotolia.com