Non è stato possibile recuperare i tuoi dati
Clicca qui per riprovare
50%
Ti rimangono 500 MB di 1 GB
Booking NoiCompriamoAuto Unieuro Amazon Ebay 10eLotto OpenGift Petfood
Skoda Octavia 2020 fa il pieno di tecnologia. Più spaziosa e anche ibrida
La Nuova generazione della berlina media ceca, disponibile anche station wagon, si presenta con novità sotto tutti i settori ed un design innovativo.
12/11/2019

La best-seller di Skoda, l'Octavia, è arrivata alla quarta generazione e si rinnova tanto nel look estetico quanto nella tecnologia di bordo, con una moltitudine di dispositivi per la sicurezza attiva e passiva. Ancora più spazio a bordo per i passeggeri che dispongono di materiali curati ed ergonomici e l'introduzione in listino di motorizzazioni ibride per rimanere al passo con i tempi e per competere con le agguerrite dello stesso segmento: motori ibridi plug-in e mild-hybrid, oltre ovviamente ai soliti benzina, diesel e Metano. Bernhard Maier, CEO di Škoda Auto: “Per ŠKODA, il modello OCTAVIA è d’importanza strategica. Ecco perché abbiamo completamente rinnovato questo modello. Il risultato è la migliore OCTAVIA di sempre: più spaziosa, più pratica e più sicura che mai. Per il 60° anniversario del modello, compiamo un importante passo avanti introducendo una nuova generazione. Durante gli ultimi sei decenni, OCTAVIA ha dato un forte impulso allo sviluppo del Brand e dell’Azienda. Sono convinto che la nuova generazione continuerà a dare il suo contributo al nostro percorso di crescita”.

Skoda Octavia è cresciuta in lunghezza arrivando a 4 metri e 69 centimetri, 22 i millimetri in più per la station wagon. Aumenta anche la larghezza di 15 millimetri e di conseguenza più capacità per il bagagliaio (il più grande del segmento) che nella versione Wagon conta 30 litri in più rispetto a prima per un totale di 640 litri, 40 i litri in meno per la tre volumi. Esteticamente balzano all'occhio da subito i gruppi ottici che rispetto a prima hanno una forma più sottile ed affusolata, rigorosamente a LED per le luci abbaglianti, anabbaglianti e luci di marcia diurna: la stessa tecnologia viene impiegata per i gruppi ottici posteriori. Se i cerchi in lega spesso danno carattere alla vettura, in Octavia troviamo dimensioni fino a 19 pollici di diametro per tutte le varianti.

Gli interni presentano un volante a due razze, peculiarità che raramente si vede nelle vetture di serie e specie quelle di queste dimensioni, riscaldabile a richiesta con il quale, nella variante multifunzione, è possibile attivare 14 diverse funzionalità tramite i nuovi pulsanti di comando e le rotelle a scorrimento. Al debutto un head-up display che proietta le principali informazioni, come velocità, indicazioni di navigazione, segnali stradali rilevati o sistemi di assistenza alla guida attivati, direttamente sul parabrezza e poi sedili ergonomici studiati appositamente per il benessere della schiena di chi viaggia con la funzione di massaggio a comando elettrico. Il comparto tecnologia rende degno di nota lo shift-by-wire, grazie alla quale la marcia selezionata viene trasmessa al comando del cambio DSG per via elettronica, altresì questo inedito modulo di controllo al posto della leva selettrice del cambio serve anche per cambiare lo stile di guida o per selezionare la modalità parcheggio.

Passiamo ai motori. In listino da subito troviamo i benzina accomunati alla tecnolgia mild-hybrid, i diesel in tecnologia EVO e quelli a Metano G-TEC. Con queste novità presenti appunto sin dal debutto troviamo il 1.4 TSI con una potenza complessiva di 204 cavalli, la cui batteria agli ioni di litio consente un’autonomia in modalità elettrica di 55 chilometri nel ciclo WLTP. Le 1.0 TSI e 1.5 TSI mild-hybrid dispongono del cambio automatico DSG e di un motorino di avviamento da 48V che recupera l'energia in fase di frenata.