Non è stato possibile recuperare i tuoi dati
Clicca qui per riprovare
50%
Ti rimangono 500 MB di 1 GB
Booking NoiCompriamoAuto Unieuro Amazon Ebay 10eLotto OpenGift Petfood
Alitosi in auto: i nostri consigli per risolverla
Cosa fare quando siete colpiti dall’alitosi in auto? Un problema che affligge non solo chi guida, ma anche il povero passeggero che viaggia con noi.
20/08/2019

L’alitosi può essere “passeggera”. Capita se si è mangiato pesante e per prevenirne le conseguenze basta evitare aglio e cipolle a tavola. Anche il fumo di sigaretta ci mette del suo, persistente nella bocca del fumatore anche per ore. Così vale anche per l’alcol.

Se invece di alitosi vera e propria il motivo va ricercato nella scarsa igiene orale. Lavarsi male i denti, o farlo per troppo poco tempo è il motivo principale dell’alito cattivo. Affidiamoci quindi prima allo spazzolino che al dentifricio - usandolo per almeno due minuti. Utile è anche il filo interdentale e lo scovolino. Una buona idea potrebbe poi essere di integrare con l’utilizzo di un colluttorio, meglio senza alcol.

Altra grande causa dell’alitosi sono le malattie dentali o delle gengive. In questo caso serve una diagnosi del dentista. Carie, ascessi, parodontiti o gengiviti sono i nemici per eccellenza della nostra bocca. Così come afte e stomatiti. Meglio quindi provvedere ad eliminare il tartaro dal nostro igienista dentale di fiducia. Ma a volte l’alitosi arriva per cause che sono lontane dalla bocca come il reflusso gastroesofageo, le patologie del fegato e i calcoli biliari.