Non è stato possibile recuperare i tuoi dati
Clicca qui per riprovare
50%
Ti rimangono 500 MB di 1 GB
Booking NoiCompriamoAuto Unieuro Amazon Ebay 10eLotto OpenGift Petfood
Dacia Duster: arriva il 4x4 anche sul 1.3 tce fap
Duster conquista la prima posizione tra le vetture del segmento C-SUV con un incremento del 62% rispetto al 1° semestre del 2018 (+ 9.500 unità).
18/07/2019

Duster si arricchisce e diventa sempre più SUV con la trazione 4x4 abbinata al nuovo motore benzina 1.3 TCe FAP.

Duster ha da sempre un DNA off-road, presentando già al lancio nel 2017 una spiccata personalità da SUV, con equipaggiamenti dedicati all’avventura in fuori strada, quali l’hill start assist, l’assistenza alle partenze in salita che facilita la guida nelle condizioni più difficoltose, o il 4x4 monitor che consente l’accesso alla bussola e alle informazioni sugli angoli di rollio e beccheggio.

Duster ha le capacità di un vero SUV senza rinunciare al piacere di guida di ogni giorno: grazie al nuovo servosterzo ad assistenza elettrica che riduce lo sforzo nelle manovre, al sistema Multiview camera (quattro videocamere indipendenti: frontale, laterali e retrocamera) che consente di visualizzare meglio lo spazio attorno al veicolo e ai sistemi di assistenza alla guida come il Blind Spot Warming (sistema di controllo dell’angolo cieco). Per i clienti più esigenti, presenta inoltre il sistema Keyless Entry (il cosiddetto “mani libere” per l’accesso al veicolo e l’accensione del motore senza chiave) ed il climatizzatore automatico, in opzione.

Già presente su Duster nella versione 4x2, il nuovo motore a trazione integrale 1.3 TCe FAP, prodotto dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e Daimler, è una delle punte di diamante tecnologiche di Renault e Nissan ed equipaggia diverse vetture della gamma. Viene declinato in due potenze, 130cv e 150cv, e presenta importanti soluzioni tecnologiche.

Rispetto alla precedente tecnologia, presente sul motore 1.6 SCe, il risultato medio è una riduzione dell’8% (circa 0,5 L ogni 100km) dei consumi (in ciclo misto) e una riduzione del 7% delle emissioni di CO2 (fino a 11 g CO2 per km). È un motore a vocazione mondiale, essendo prodotto in Spagna, Germania, Inghilterra e Cina.