Non è stato possibile recuperare i tuoi dati
Clicca qui per riprovare
50%
Ti rimangono 500 MB di 1 GB
Booking NoiCompriamoAuto Unieuro Amazon Ebay 10eLotto OpenGift Facebook
Citroen C4 SpaceTourer 2018: spazio in salsa francese
Con il motore diesel da 100 CV e Start-Stop – la nuoca Citroen C4 SpaceTourer vanta consumi di appena 3,8 litri per 100 Km.
18/05/2018

Addio Picasso, benvenuta SpaceTourer. Il nome che dal 1999 ha accompagnato tutti i modelli monovolume della casa francese va in soffitta, in favore proprio del debuttante “SpaceTourer”. La prima vettura a godersi il novo nome sulla carta d’identità è la C4 – che però nei contenuti, resta fedele al modello che già conoscevamo.

Le carte vincenti si confermano quindi l’abitabilità e la capacità di carico. Il volume del vano posteriore offre 645 litri, che possono diventare 704 facendo scorrere in avanti i sedili della seconda fila posteriore.

A muovere il monovolume del “double chevron” ci pensa un plotone di nuovi motori omologati per la normativa antinquinamento Euro 6.2 – evoluzione della vecchia Euro 6 – e quindi ancor più severa. Tra i meriti che incidono nell’abbassamento dei consumi e di conseguenza delle emissioni c’è sicuramente il nuovo cambio automatico EAT 8 – che fin dal debutto della nuova C4 SpaceTourer vedremo abbinato alla sola motorizzazione diesel BlueHDI da 160 CV. Proprio in virtù di questo cambio i consumi scendono di addirittura il 7% rispetto alla precedente generazione – complice anche lo Start & Stop “operativo” fin dai 20 Km e il peso ridotto del cambio stesso, che ha perso circa 2 Kg.

Nel comparto sicurezza si fa notare poi il sistema di frenata di emergenza – in funzione fin dai 5 Km/h. Questo, grazie ad una telecamera installata sul parabrezza è in grado d’individuare ostacoli fermi sulla carreggiata – frenando, all’occorrenza e in completa autonomia la nostra C4 SpaceTourer.